Marche, terra dei cento teatri, Italia

A partire da:

€ 765/ a persona

Un viaggio unico nella terra di Raffaello e Rossini, con visite esclusive a teatri storici, concerti privati, degustazioni delle eccellenze gastronomiche ed enologiche. COMPLETO PROSSIME DATE 7 APRILE E 19 MAGGIO '22
  • 4 giorni - 3 notti
  • 25
  • Italia
  • Di gruppo(25)
Brochure del viaggio

Brochure

Scarica la brochure con l'itinerario di viaggio.

Itinerario

Giovedì 16 settembre - Arrivo a Pesaro

Arrivo autonomo in hotel e sistemazione nelle camere riservate presso il Grand Hotel Vittoria (5*), una classica villa ''Belle Epoque'' adibita ad albergo dal 1908. E' il più antico albergo delle Marche ad essere ammesso tra i 100 ''Locali storici d'Italia'' nel 1985. In posizione centrale e tranquilla, elegante nel suo arredamento, offre tutti i comfort più moderni 
Grand Hotel Vittoria Pesaro

Incontro dei partecipanti in albergo per un brindisi di benvenuto e per una passeggiata a piedi del centro storico di Pesaro. Raggiungeremo la Casa Natale di Gioachino Rossini per la visita dell'interno. Nel 1892, a cento anni dalla nascita di Rossini, il Comune di Pesaro acquista il palazzo che viene adibito a museo. Dal 2015, grazie ad un importante intervento di riqualificazione, Casa Rossini viene completamente rinnovata e la superficie espositiva ampliata. Visitabile seguendo un particolare itinerario biografico-creativo, è possibile trovare stampe e cimeli legati alla vita e all'opera del compositore, nonché lettere e spartiti autografi, libretti originali di opere rossiniane e la digitalizzazione di intere partiture grazie anche alla collaborazione con la Fondazione Rossini. Al termine, proseguendo la passeggiata, raggiungeremo il ristorante selezionato dove degusteremo una ''cena rossiniana''.
Rientro a piedi in albergo e pernottamento

Venerdì 17 settembre - San Lorenzo in Campo / Mondavio

Prima colazione in albergo
Partenza in pullman per San Lorenzo in Campo - a 45 km da Pesaro - tra le colorate colline marchigiane, nella vallata del fiume Cesano. La nascita del centro abitato di San Lorenzo in Campo è da ricondurre alla vicina città romana di Suasa, e soprattutto alle fasi legate al suo abbandono. Tra l'XVIII e il IX secolo furono le istituzioni monastiche a ricreare le condizioni per una ripresa sociale dei territori, e attorno al IX secolo fu il monastero benedettino ad esercitare una funzione di riorganizzazione della vallata con opere di bonifica e di sfruttamento dell'agricoltura. Intorno al monastero nacquero i primi insediamenti abitati che ben presto si trasformarono in un vero e proprio borgo fortificato. Nel XIII sec. il castello fu dominato dalla Santa Sede e da Fano, poi dal Rettorato della Marca e poi assoggettato da Galeotto Malatesta. Seguirono quindi occupazioni da parte di Francesco Sforza e di Sigismondo Malatesta. Si alternarono quindi le dominazioni dei Della Rovere e della famiglia de' Medici, fino a che la Santa Sede non ripristinò definitivamente il suo dominio.
Visita dell'Abbazia Benedettina di San Lorenzo in Campo, maestosa costruzione romanico-gotica a tre navate con arcate a tutto sesto in muratura sorrette da colonne di granito grigio provenienti dall'Egitto, portate dai romani per i templi pagani.
ore 11.30
Teatro Tiberini per il concerto privato:
IL BEL CANTO ITALIANO - International Opera Studio
Brani di Gioachino Rossini, Gaetano Donizetti, Vincenzo Bellini, Giuseppe Verdi
Al termine del concerto, pranzo in una Farroteca. San Lorenzo in Campo è famosa per la coltivazione del farro e questo ristorante è in grado di esaltarne le qualità grazie alle più svariate ricette con cui lo prepara.

Dopo pranzo partenza per Mondavio (10 km) per la visita della Rocca Roveresca e del Teatro Apollo. La Rocca Roveresca è una delle più tipiche e ben conservate strutture difensive progettate dall'architetto Francesco di Giorgio Martini. All'interno si può ammirare il Museo di Mondavio dove sono esposte bocche da fuoco, artiglierie leggere, alabarde, ed altre armi bianche, decorate artisticamente. Al termine della visita proseguiremo in pullman per la visita di una Cantina per la degustazione di vini e un assaggio di prodotti locali  Rientro a Pesaro e cena libera Pernottamento in hotel.

Sabato 18 settembre - Urbino /Urbania

Prima colazione in albergo
Partenza in pullman per Urbino (36 km) per la visita della città.
Il Palazzo Ducale di Urbino, la cui costruzione iniziò nel 1465, è considerato il simbolo dell'armonia rinascimentale pur inglobando strutture medievali già esistenti. La particolarità del Palazzo, è la presenza di due facciate, per la posizione geografica di Urbino, che si adagia su due colli: la facciata con due torri- I Torricini - è sul lato del paesaggio mentre la facciata dell'ingresso si affaccia sulla piazza nel centro della città. Dall'inizio del XX secolo, è sede della Galleria Nazionale delle Marche: contiene due dipinti estremamente famosi: La Flagellazione di Piero della Francesca e La Città Ideale di autore ignoto. Spettacolare è lo Studiolo del Duca, luogo di riposo e contemplazione per Federico di Montefeltro, il soldato.
La Casa Raffaello è il luogo dove l'artista nacque il venerdì santo 28 marzo 1483, e dove visse i primi anni della sua formazione artistica alla scuola del padre, Giovanni Santi. Con la morte di Raffaello, avvenuta a Roma il venerdì santo 6 aprile 1520, la casa passò agli eredi e dopo alterne vicende fu ac- quisita nel 1873 dall'Accademia Raffaello che, grazie ad una pubblica sottoscrizione ed al contributo del nobile londinese John Morris Moore, ne fece la propria sede. La casa si è arricchita nel tempo di numerose opere d'arte, frutto della generosa collaborazione di privati cittadini e di pubbliche Istitu- zioni.  Terminiamo la nostra visita al Teatro Sanzio.

Partenza per Urbania a circa 30 minuti di pullman da Urbino nella valle del Metauro, uno dei fiumi più importanti delle Marche, noto per la Battaglia del Metauro - del 207 a.C. - in cui il cartaginese Asdrubale perse contro la legione romana.?La curiosa caratteristica di Urbania è quella di aver cambiato nome tre volte nel corso della sua storia. Durante il tardo medioevo Urbania era conosciuta come Castel delle Ripe ed era situata sulle colline della sponda sinistra del fiume. Nel XIII secolo fu distrutta dal ghibellino Galasso da Montefeltro e dopo dieci anni fu ricostruita dal legato pontificio Guglielmo Durante dal quale prese il nome di Casteldurante. Dal 1424 entrò a far parte dei territori appartenenti alle famiglie dei Montefeltro-Della Rovere.
Dopo che il Ducato di Urbino passò sotto il potere dello Stato Pontificio nel 1631, Papa Urbano VIII elevò Casteldurante al grado di Città e Diocesi, cambiandone per l'ultima volta il nome in Urbania
13.30 Pranzo in un osteria nel centro di Urbania
Dopo pranzo proseguimento a piedi al Teatro Bramante. Visita del foyer con i busti di Donato Bramante e Girolamo Crescentini che con la sua voce deliziò le platee dell'Europa napoleonica e del teatro.

Concerto privato:
SWEETER THEN ROSES - Ensemble Aurata Fonte
Brani di Claudio Monteverdi, Barbara Strozzi, Antonio Vivaldi, Henry Purcell
Al termine del concerto rientro a Pesaro in pullman e cena libera
a seguire:
Pittura live di Giuliano del Sorbo su ouverture del Guglielmo Tell di Gioachino Rossini

Al termine, passeggiata per le vie del borgo e visita di una storica bottega artigiana di Urbania dove il "Mastro" ci racconterà le tecniche e i segreti delle famose e richiestissime "Ceramiche Durantine"
Rientro a Pesaro in pullman e cena libera

Domenica 19 settembre - Pesaro

Prima colazione in albergo
Passeggiata a piedi per raggiungere il Museo Nazionale Rossini per la visita guidata. Il Museo Nazionale Rossini racconta la vita, l'uomo e la grandezza dell'artista ma anche l'attualità dell'opera di Gioachino Rossini, cittadino illustre di Pesaro. I visitatori sono invitati nel mondo rossiniano, raccontato come un'opera lirica. Un percorso affascinante, scandito in dieci sale, che segue le tappe biografiche del compositore e la sconfinata produzione operistica della sua carriera. Il Museo Nazionale Rossini ha sede nel piano nobile di Palazzo Montani Antaldi, edificio di pregio in centro storico, e costituisce la punta di diamante del grande percorso rossiniano di Pesaro, Città della Musica.
Sono previste le visite alla Sinagoga nonchè del Duomo con i suoi mosaici
Al termine, saluti e partenze individuali

L'ordine delle visite può essere variato per esigenze operative o in relazione ad eventuali restrizioni del Governo dovute al COVID19 e relative alla chiusura dei musei, teatri e sale da concerto

Condizioni di viaggio

QUOTE INDIVIDUALI di PARTECIPAZIONE (min 20 partecipanti)


Quota in camera doppia                  Eur 765,00
Supplemento camera singola          Eur  150,00
Assicurazione cancellazione*     Eur    38,00

LE QUOTE COMPRENDONO
- 3 pernottamenti presso Grand Hotel Vittoria 5* a Pesaro
- Assistenza accompagnatore per tutto il periodo
- Bus Granturismo a disposizione 25 e 26 giugno
- Guida autorizzata a Pesaro il 1° e il 4° giorno, a Urbino il 3° giorno
- Guida interna alla Rocca Roveresca, al Teatro Apollo e al Teatro Bramante
- Guida interna all'Abbazia  Benedettina di San Lorenzo in Campo
- Cena di benvenuto in ristorante con menù rossiniano bevande incluse il giorno dell'arrivo
- ingressi e visite menzionati in programma
- Due concerti privati e performance artistica privata
- Pranzo con bevande presso Farroteca di San Lorenzo in Campo il 25 giugno
- Pranzo con bevande presso Osteria tipica di Urbania il 26 giugno
- Assicurazione medico-bagaglio

LE QUOTE NON COMPRENDONO
- viaggio da/per Pesaro
- Tassa di soggiorno pari a 4 euro per notte da pagare in loco
- Mance
- Quanto non indicato ne ''Le quote comprendono''

INFORMAZIONI :
NOTA IMPORTANTE - L'organizzatore si riserva il diritto di annullare il viaggio, ENTRO E NON OLTRE 21 giorni prima della partenza, qualora non dovesse aver raggiunto il numero minimo di partecipanti. In tal caso, la quota corrisposta verrebbe restituita per intero. In caso di annullamento del viaggio, dovuto a restrizioni governative legate al COVID19, la quota sarà rimborsata integralmente.

La POLIZZA ASSICURATIVA CANCELLAZIONE è obbligatoria e dà diritto a rimborso delle penali applicate in caso di cancellazione
- fino a 13 giorni dalla partenza PER QUALSIASI MOTIVO 
- entro i 13 giorni dalla partenza per MOTIVI NOMINATI 


COME PRENOTARE

La prenotazione diviene effettiva al ricevimento di:
1. scheda di prenotazione compilata e firmata
2. acconto richiesto tramite bonifico bancario o carta di credito Visa/Mastercard


ACCONTO: all'atto dell'iscrizione, è richiesto un acconto di 30% della quota totale per persona insieme all'eventuale premio assicurativo per la polizza "annullamento viaggio"
SALDO: 30 giorni prima della partenza

In caso di CANCELLAZIONE le penali sono le seguenti:
• 30% della quota di partecipazione entro il 18 luglio 2021
• 50% della quota di partecipazione entro il 26 agosto 2021
• 75% della quota di partecipazione entro il 2 settembre  2021
• 100% della quota di partecipazione dal 3 settembre alla partenza

Altre proposte

Alcune iniziative di itenerari di viaggi musicali in programmazione