46° Festival della Valle D'Itria, Italia

A partire da:

€ 750/ a persona

Dal 21 luglio al 24 agosto 2020

Come ogni anno il Festival della Valle d'Itria, ormai famoso in tutto il mondo, si propone di scoprire i capolavori sconosciuti della tradizione lirica italiana.
  • 4 giorni - 3 notti
  • Italia
  • Di gruppo
Brochure del viaggio

Brochure

Scarica la brochure con l'itinerario di viaggio.

Itinerario

Martedì 21 luglio - arrivo a Bari o Brindisi

Arrivo autonomo a Bari o Brindisi
(Saranno organizzati i trasferimenti per Martina Franca in base agli orari di arrivo)
Sistemazione presso alcuni Bed &Breakfast dislocati nel centro storico di Martina Franca Aperitivo pre-opera nel cortile di un palazzo nel centro storico di Martina Franca
Ore 21.00  ATRIO DEL PALAZZO DUCALE - "FESTIVAL DELLA VALLE D'ITRIA"
Arianna a Nasso in forma semiscenica
Opera di Richard Strauss - Libretto di Hugo von Hoffmansthal
Traduzione in Italiano del celebre musicologo e germanista Quirino Principe
direttore       Fabio Luisi
regia            Walter Pagliaro
interpreti     
Carmela Remigio, Piero Pretti, Jessica Pratt, Vittorio Pratt, Manuel Amati, Eugenio Di Lieto, Vassily Solodkyy, Mariam Battistelli, Ana Victoria Pitts, Barbara Massaro
Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari


Mercoledì 22 luglio  Martina Franca

Mattina :  Visita Guidata di Martina Franca
Martina Franca è uno dei centri della valle d'Itria famo- sa per i suoi eventi e il barocco. L'itinerario si svolge tra i caratteristici vicoli che conducono in piazza del Plebi- scito dove si affaccia la Basilica barocca dedicata a San Martino, la Torre dell'Orologio e il Palazzo dell'universi- tà; attraversando invece Porta Santo Stefano si giunge in Piazza Roma dove si può ammirare il Palazzo Ducale dai particolari affreschi settecenteschi e le sale nobilia- ri. Da vedere: Palazzo Ducale, la Basilica di San Martino, Porta Santo Stefano che da' accesso al centro storico con sue le dimore gentilizie con i portali barocchi e le suggestive piazze.
Tempo libero per pranzo e relax
Pomeriggio Nel tardo pomeriggio Tour delle Masserie in carrozza
Si ripercorrono gli originari tratturi, cullati da movimenti lenti e dal dolce sferragliare delle ruo- te. Il conducente racconta la storia e le tradizioni dei luoghi. La carrozza segue un suggestivo percorso fra le colline e le pianure del Mediterraneo e si ferma per visitare le straordinarie Mas- serie costruite tra XV e XIX secolo, i palazzi padronali e le cappelle affrescate, le torri di vedetta e le tipiche stalle nei trulli, i settecenteschi ovili, i frantoi ipogei, gli apiari e piccionaie in pietra, le cisterne scavate nella roccia e i tanto apprezzati muri a secco.
Cena in Masseria con degustazione di prodotti tipici
Rientro a Martina Franca

Giovedì 23 luglio Martina Franca / Taranto/ Martina Franca

Mattina     Partenza in pullman per Taranto (31 Km) per visita al Museo MArTA
Il Museo Nazionale Archeologico di Taranto,?fra i più importanti d'Italia, fu istituito nel 1887 ed occupa sin dalle origini l'ex Convento dei Frati Alcantarini, o di San Pasquale, costruito?poco dopo la metà del XVIII secolo. La controversa e travagliata storia delle antichità della città di Taranto affonda le sue radici già a partire dal Quattrocento, quando fu edificato uno dei più antichi conventi ad opera della nobile famiglia dei Del Balzo Orsini. Nei secoli, lo spoglio delle antichità fu tale da incrementare un fiorente mercato nazionale e internazionale che culminò tuttavia con la proclamazione dell'Unità d'Italia e con la designazione della città quale base navale del nascente stato. Il fervore edilizio che si mobilitò nei decenni finali dell'Ottocento portò alla scoperta fortuita di un'ingente quantità di oggetti, spesso di grande pregio artistico e di elevato valore. Per contrastarne la continua e incessante dispersione, a fronte soprattutto di una carenza legislativa in materia di beni culturali, la nuova Direzione Generale alle Antichità, diretta da Giuseppe Fiorelli, inviò a Taranto Luigi Viola, da poco nominato ispettore per il Ministero della Pubblica Istruzione e nativo di Galatina, ma formatosi nella scuola napoletana. Negli anni Ottanta e agli inizi degli anni Novanta, il Viola supervisionerà agli sterri eseguiti per la fabbricazione del Borgo Nuovo, dell'Arsenale Militare e di tante zone della città antica, acquistando e salvaguardando un grandissimo numero di reperti, conservati momentaneamente nell'edificio che un tempo ospitava il convento degli Alcantarini. Con un aspetto ancora del tutto vicino a quello di un grande deposito, fu decretata dal re nel 1887 l'istituzione del nuovo Museo Nazionale di Taranto, primo Museo "territoriale" di una regione, la Puglia, che vide nei decenni successivi nella città ionica il punto focale della tutela archeologica. A partire dagli anni Novanta, la ex Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia diede inizio a una lunghissima fase di ristrutturazione dell'edificio e completo riallestimento delle sale completato nel 2016.
Pranzo a Taranto presso ristorante selezionato

Rientro a Martina Franca

Tempo libero per il relax e cena libera

Venerdì 24 luglio  partenza

Check out e partenza per Bari o Brindisi

Eventuali variazioni
L'ordine delle visite potrà essere modificato anche all'ultimo momento se le circostanze lo rendesse- ro necessario, pur mantenendo inalterati i contenuti del programma.

Il programma è combinabile con il viaggio:
"Il suono di un pianoforte di mezza estate: Beatrice Rana e Classiche- FORME", dal 24 al 27 luglio

Condizioni di viaggio

Quote individuali di partecipazione


in camera doppia                    Euro 750,00 

in camera doppia uso singola Euro 190,00 


LE QUOTE COMPRENDONO
- 3 pernottamenti in bed & breakfast a Martina Franca
- 1 aperitivo pre-opera
- visita delle masseria in carrozza con cena
- accompagntore per minimo 10 persone
- trasferimenti arrivo e partenza
- minibus per la visita al Museo di Taranto
- pranzo a Taranto
- biglietti per l'Opera il 21 luglio
- ingressi durante le visite ove previsto
- tassa di soggiorno
- assicurazione medico-bagaglio

LE QUOTE NON COMPRENDONO
- biglietto aereo o biglietto ferroviario
- pasti non indicati
-mance, bevande, extra e quanto non espressamente indicato

COME PRENOTARE:

La prenotazione diviene effettiva al ricevimento di:?
1) contratto di viaggio firrmato, che provvederemo ad inviarvi alla conferma,?
2) acconto richiesto da versare tramite bonifico bancario o carta di credito Visa/Mastercard

Acconto: All'atto dell'iscrizione, è richiesto un acconto di € 350,00 per persona insieme all'eventuale premio assicurativo per la polizza "annullamento viaggio" L'assicurazione contro l'annullamento può essere stipulata contestualmente alla prenotazione

Saldo: 15 giorni prima della partenza: entro 6 luglio 2020

Altre proposte

Alcune iniziative di itenerari di viaggi musicali in programmazione